Consulenza filosofica

cons filosofica

Dr. Daniele Seppi

Che cos'è la consulenza filosofica?

Un tentativo di costruire una relazione d'aiuto che utilizzi la tradizione filosofica come strumento di approfondimento della conoscenza di sé e degli altri. Il tutto finalizzato a promuovere un cambiamento in positivo della visione del mondo e dello stile di vita delle persone. La consulenza filosofica è una relazione d’aiuto incentrata sulle potenzialità della tradizione filosofica e sull’analisi delle visioni del mondo. Il presupposto metodologico è che a partire dagli aspetti cognitivi e coscienti della personalità si può intervenire anche su quelli emotivi e/o inconsci e quindi porre a tema l’intero vissuto personale. Come ritiene M. Nussbaum nel suo L’intelligenza delle emozioni, in questo intreccio emotivo-cognitivo ne va anche del senso che ciascuno di noi attribuisce alla realtà e alla sua esistenza, e infine di tutto ciò che rientra nell’ambito del comportamento di fronte al mondo e alla vita (etica). Inversamente, tutti questi elementi richiamano una dimensione riflessiva e razionale che è appannaggio specifico della filosofia. Benché sin dall’antichità la disciplina filosofica sia stata definita una medicina dell’anima, la consulenza - così come viene intesa oggi a partire dagli autori che l’hanno introdotta nel 1982 in Germania e successivamente nel resto d’Europa, negli Usa e in Israele – non si propone finalità terapeutiche. Il suo intento è diverso: si tratta di costruire una forma di comunicazione interpersonale paritaria, in grado di affrontare problemi reali e pressanti per l’individuo, intercettando il suo senso di responsabilità anche sociale, la sua sensibilità, i suoi desideri, nella isura in cui essi affiorano al discorso e possono venire nel discorso trattati e sviscerati. Tutto ciò nella consapevolezza che quello che è serio ed importante per la vita concreta degli uomini non va sempre pensato come oggetto di terapia la quale, peraltro, può spesso comportare un atteggiamento rinunciatario e passivo nei confronti delle proprietà “miracolose” del farmaco (sia esso chimico o psicoterapeutico). Se non si riesce ad integrare la domanda circa il senso delle azioni e la ricerca della loro autenticità nella visione complessiva e nel progetto che gli individui e i gruppi elaborano per sé e per il proprio mondo, i quesiti fondamentali dell’esistenza possono restare tragicamente inevasi e destrutturare la personalità e la convivenza. Ma prima che ciò avvenga è possibile intervenire con strumenti innanzitutto culturali che agiscano interrogando e che, tramite l’interrogazione del mondo delle idee abitato da ciascuno, stimolino a costruire “proposte di mondo” (S. Natoli), alternative possibili e nuove vie esistenziali praticabili senza prescindere dal consenso critico e dall’autonoma capacità di giudizio dei soggetti coinvolti.

Newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle attività della Casa di Cura ti invitiamo ad iscriverti alla nostra newsletter.

Siamo sicuri che le nostre comunicazioni saranno sempre di grande interesse!

Iscriviti

Contatto

CASA DI CURA VILLA SANT'ANNA S.R.L.
39012 MERANO (bz)
Via Cavour 58

P.I. 01272510213
C.F. 01272510213
Capitale sociale € 967.200,00 i.v.
Reg. Imprese di Bolzano n. 01272510213
REA N. 110674

0039 0473 236480 Tel
0039 0473 230518 Fax